Donate Now

Essere un genitore al tempo del Corona

by , 24th Mar 2020

Caro genitore/formatore

Oggi sei probabilmente confuso, spaventato e hai bisogno di sicurezza e certezza. Ti prendi cura dei tuoi figli, dei tuoi genitori, del tuo partner, dei tuoi parenti più anziani nell’appartamento accanto a te. Sei inondato di informazioni provenienti da varie fonti e sembra che tu non sappia dove stai ‘’sbattendo’’.

Inoltre, i bambini ti fanno molte domande e chiedono maggiore attenzione. Tuttavia, ti sembra che gran parte di ciò che vogliono al momento sia impossibile e che non capiscano nulla, il che ti fa predere lentamente la pazienza. In situazioni di crisi, e sarai d’accordo sul fatto che questa è una di quelle, la cosa più importante è non perdere il controllo delle tue azioni.

Quindi, il primo soccorso è a te stesso, libera il tuo spazio mentale.

Metti da parte i tuoi pensieri, giudizi e sentimenti. Solo in questo modo tuo figlio capirà la situazione in cui ci troviamo attualmente.

Niente dura per sempre, quindi nemmeno questo!

Come parlare a tuo figlio della malattia virale?

Inizia da quello che il bambino sa, che sente e che vede guardando te e tutto ciò che lo circonda. Se scopri che il bambino è preoccupato, non sminuire la sua preoccupazione dicendogli che non è niente di grave. Digli che anche a te la situazione sembra preoccupante e che questo è normale.

Supporta il bambino nell’esprimere i propri sentimenti.

Ad esempio, puoi dirgli:

‘’Mi sembri agitato. Quale pensi sia la causa?’’

Quando il tuo bambino si sarà calmato, aiutalo ad esprimersi.

Dopo aver descritto con le parole quello che lui vuole, ripeti parafrasando ciò  che hai sentito:

‘’Ho l’impressione che provi…e che hai bisogno di…’’

Dopo aver ripetuto cosa hai capito cosa hai sentito, chiedi al bambino:

‘’Ti ho capito bene? O vuoi aggiungere qualcosa?’’

Se tuo figlio è più piccolo o ha difficoltà ad esprimere i sentimenti, probabilmente dovrai incoraggiarlo con altre parole come ‘’mi sembri offeso e che hai bisogno…’’

Ciò che aiuterà più di ogni altra cosa tuo figlio è la comprensione.

Non è mai troppo presto o troppo tardi per ascoltare attivamente e aiutare il bambino a capire i propri sentimenti. Non offrire soluzioni, poichè in genere ciò impedisce al bambino di esprimere pienamente i propri pensieri e sentimenti. Fai bene ad ascoltare ciò che tuo figlio ti sta dicendo. Segui ciò che ascolti e offri risposte che saranno innanzitutto oneste e veritiere e su misura per l’età del tuo bambino. Potresti non avere le risposte, è importante essere onesti e che ciò che ti viene detto sia coerente con il tuo linguaggio del corpo.

Perchè se non lo è, i bambini sentono qualcosa che non quadra. Quell’incertezza persa di ciò che manca da dire è più pericolosa della verità chiaramente detta, adattata all’età del bambino.

Mostra di capire che sono annoiati, che vorrebbero andare al parco dei divertimenti, che non vogliono disdire la loro festa di compleanno già pianificata a causa di qualcosa che anche noi stessi non possiamo a nostra volta capire.Tutto ciò che serve per migliorare l’umore di un bambino e nutrire la fiducia è che insieme supereremo qualunque cosa accada.

I bambini sentono esattamente quando nascondete qualcosa.

Quando rimanete in silenzio, persino l’aria nella stanza cambia. Quindi, in questa situazione, caro genitore, la prima cosa che devi fare è non dimenticare te stesso. Perchè se ciò accade, tutto ciò che segue sarà doppiamente più difficile.

Walt Disney ha affermato che le menti dei nostri bambini sono le nostre migliori risorse naturali. Forse la situazione attuale è un’opportunità per rafforzare ulteriormente il rapporto di fiducia con il bambino e dedicare veramente tempo alla scoperta del potere sconfinato della sua mente.

Con affeto e comprensione,

Smiljana Grujic

No comments

Leave a Reply

    Leave a Reply

    Cookie Policy

    Our website uses cookies to improve your experience.

    AcceptRead More